Le azioni asiatiche oscillano sulle incertezze commerciali

Le oscillazioni delle azioni asiatiche

Le azioni asiatiche sono pronte per essere aperte stamattina, suggerite dai future sugli indici dal momento che il mercato statunitense ha recuperato parte delle perdite precedenti durante la notte con forti avviamenti immobiliari .
Nonostante le pesanti perdite in diversi componenti Dow Jones – GE, Ford, Boeing e Starbucks sono preoccupati che le loro attività in Cina possano risentire delle crescenti tensioni commerciali tra Washington e Pechino.

Le azioni tecnologiche tuttavia hanno recuperato la maggior parte delle perdite precedenti, Dow, S&P500 e Nasdaq hanno perso rispettivamente l’1,15%, lo 0,4% e lo 0,28%.

Martedì i mercati azionari globali hanno perso terreno perché gli operatori di mercato si sono preoccupati delle tariffe del presidente Trump da 200 miliardi di dollari USA sulle esportazioni cinesi che hanno ricevuto una forte risposta dal presidente Xi.
Oltre 900 società quotate nella Borsa di Shanghai hanno raggiunto il limite del 10% che non si vedeva da molto tempo. Continua la lettura di “Le azioni asiatiche oscillano sulle incertezze commerciali”

Aggiornamento 2018 sulle criptomonete nella Corea del Sud

Aggiornamento 2018: Criptomonete e Corea del Sud

Due importanti intermediari cinesi di criptovaluta, a causa dei timori legati ai regolamenti restrittivi del governo della Corea del Sud di fine anno, stanno lavorando su un sistema di identificazione non anonima delle criptovalute nel paese per ottemperare a tali restrizioni.
Il governo coreano a settembre ha chiuso gli scambi delle criptomonete, ponendo fine a due delle più grandi piattaforme, rallentando il lancio o l’attività di tali Exchange. Continua la lettura di “Aggiornamento 2018 sulle criptomonete nella Corea del Sud”

Scende la coppia forex NZD/USD

Oggi il valore del Dollaro neozelandese è stato più basso nei confronti del cugino americano con la coppia NZD\USD che ha raggiunto quota scambio di 0,6792, in ribasso dello 0,16%.
La coppia ha trovato una quota di supporto a 0,6682, valore più basso da mercoledì ed una quota di resistenza posta a 0,6823, valore più alto da venerdì.
Allo stesso momento il valore del Dollaro neozelandese è stato più basso rispetto al Dollaro australiano ed anche nei confronti della nostra moneta unica con la coppia NZD\USD che raggiunge quota scambio di 1,2056, in rialzo dello 0,02% e la coppia EUR\NZD che aumenta dello 0,055 toccando quota scambio a 1,7923.

Il percorso della riforma delle Opzioni binarie

La riforma delle opzioni binarie e il suo percorso

Il futuro delle Opzioni binarie sta andando verso la standardizzazione.
Il problema principale delle opzioni binarie è legato alla mancanza di trasparenza ed alla standardizzazione nel settore.
Per quanto concerne la trasparenza i broker regolamentati si sono fatti avanti proprio per mettersi in prima fila e far sapere chi sono.

Stiamo parlando di società affermate nel settore e con anni di reputazione ai vertici della legalità, a differenza di altre che si nascondono dietro società di comodo.

Continua la lettura di “Il percorso della riforma delle Opzioni binarie”

Nuovi avvisi e multe per i broker di opzioni binarie

Avvisi e multi per i broker opzioni binarie

Se non lo sapevate, il mondo delle opzioni binarie non è tutto rosa e fiori.
Tra i broker regolamentati si nascondono truffe fraudolente e tattiche di marketing perpetrate per forviare i commercianti online, soprattutto quelli che per la prima volta si affacciano al mondo dei mercati finanziari. Continua la lettura di “Nuovi avvisi e multe per i broker di opzioni binarie”

Aumentano le entrate per il fisco

Nel nostro Paese le entrate tributarie erariali relative al primo mese di quest’anno sono state pari a 36,398 miliardi di euro, valore in aumento del 2,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Il dato è stato reso noto dal Dipartimento delle Finanze e del tesoro che ha precisato anche che nel 2016 le entrate sono aumentate del 4,3% rispetto all’anno 2015.

In tutto il 2016 le entrate complessive sono state di 471 miliardi, a questo valore ha contribuito la voluntary disclosure che riuscita a racimolare 5, 100 miliardi di euro rispetto ai 325 milioni che erano stati raccolti nel 2015.

Per quanto riguarda gli incassi relativi al canone televisivo, questi salgono nel 2016 a 2 miliardi e mezzo rispetto al 2005, valore in aumento del 17%.

Inchiesta tedesca su insider trading

Carsten Kengeter, Amministratore Delegato di Deutsche Boerse si è visto aprire un’inchiesta da parte dei Magistrati tedeschi per l’ipotesi di reato di “insider trading” correlato ai colloqui tra il management del gruppo e il London Stock Exchange che si sono verificati tra agosto e dicembre 2015.

Proprio ieri i Magistrati hanno ordinato delle perquisizioni a Eschborn nei pressi di Francoforte alla sede della Deutsche Boerse.

Tutto questo in relazione all’acquisto di azioni della Deutsche Boerse per un valore di 5 milioni di euro da parte del gruppo Kengeter nel dicembre del 2015 solo 2 mesi prima che furono resi pubblici i colloqui per una fusione fra Boerse e Lse.

In una propria nota la Procura di Francoforte ha specificato che le perquisizioni sono mirate a fare luce su tutto lo svolgimento dei colloqui che si sono protratti fino a febbraio del 2016 quando le due società hanno confermato ufficialmente le trattative per la fusione.

Contenzioso Fininvest-Vivendi

E’ stato presentato oggi dalla Fininvest alla Procura della Repubblica di Milano e per conoscenza alla Consob una denuncia formale per manipolazione del mercato nei confronti della società Vivendi.

Questo è quanto ha annunciato la holding in una sua personale nota.

Niccolò Ghedini si è fatto carico di predisporre tutto l’atto che fa seguito al comunicato che è stato diffuso ieri nel quale la società francese aveva annunciato di detenere oltre il 3% delle azioni di Mediaset SPA e di essere intenzionata a raggiungere la quota del 25% della stessa Mediaset.

MPS sotto l’occhio della Consob

Il titolo Monte dei Paschi di Siena e sotto lo stretto controllo da parte della Consob che sta monitorando i moltissimi scambi che stanno avvenendo sulle azioni della banca senese per verificare se questi siano diffusi o se ci siano episodi di concentrazione per poi avviare eventualmente degli approfondimenti di verifica.

Dopo che Corrado Passera ha scoperto i suoi piani e mentre si avvicina la giornata in cui verrà illustrato il piano industriale da parte dell’Amministratore Delegato Marco Morelli nelle ultime quattro sedute

il titolo è riuscito a guadagnare oltre il 50% con scambi complessivi pari a quasi il 40% del suo capitale.

Sessione asiatica in negativo per la coppia AUD/USD

Questo venerdì il valore del Dollaro australiano è stata più basso rispetto al cugino americano con la coppia AUD/USD è stata scambiata 0,7721 in ribasso dello 0,66%.

La coppia monetaria ha trovato una quota di supporto a 0,7528 che risulta essere il valore più basso da mercoledì scorso

e una quota di resistenza a 0,7943 che invece è il valore più alto fatto registrare da martedì scorso.

Allo stesso momento il valore del Dollaro australiano è stato più basso rispetto alla nostra moneta unica e anche allo Yen giapponese con la coppia EUR/AUD che guadagna lo 0,52% toccando quota 1,4728 e la coppia AUD/JPY che scende dello 0,43% toccando quota 76,28.