IPO Ferrari supera i 55 dollari

Inizio entusiasmante per Ferrari al suo debutto a Wall Strett, dai 52 dollari di quota collocamento dopo soltanto mezz’ora dall’apertura il titolo era arrivato già a 60 dollari mentre la FCA torna in terreno negativo dovuta ad eccessive speculazioni sulle azioni FCA.

Per il prossimo anno è deciso lo scorporo fra i due titoli e tutti i possessori di azioni FCA riceveranno un’azione Ferrari per ogni FCA posseduta.

Gli analisti mettono da parte i risultati emozionali dell’ingresso in borsa del titolo Ferrari e sono sicuri che adesso la FCA inizierà a premere verso la fusione con General Motors.

A tal proposito Marchionne cercherà di sfruttare l’alta valutazione del titolo visto che l’azione FCA incorpora un’azione Ferrari.

Una volta concluso lo spinoff l’interesse a carattere speculativo attorno al titolo Ferrari sparirà ed FCA potrebbe perdere valore.

Le prossime sedute riguardanti il titolo Ferrari sono molto incerte in quanto il basso flottante potrebbe creare un effetto scarsità e sorreggere le quotazioni ma potrebbe anche scoraggiare gli investitori più grossi che potrebbero decidere di attendere il 2016, anno in cui il titolo potrebbe risultare più liquido.

Comunque i trader continuino a scrutare l’andamento dei vari titoli implicati visto che si presenteranno moltissime occasioni di trading online con le opzioni binarie.

FCA ha messo in campo quasi 18 milioni di azioni che sono pari al 10% del capitale per circa 900 milioni di dollari e nel caso venga esercitata la greenshoe su di un ulteriore 10% della quota iniziale la cifra salirebbe a 990 milioni.